Partytude

All’inizio adoravo organizzare le feste di compleanno dei miei bimbi. Partivo un mese prima, trovando il tema continuavo allegramente con la ricerca delle vettovaglie (ovviamente tutto coordinato, bicchieri posatine piattini) decidevo il menù e ancora preparavo le buste del buon ricordo per gli invitati… I primi compleanni sono stati davvero memorabili…palloncini gonfiati con l’elio, intrattenitori e maghi…

Poi i figli sono aumentati e le feste di compleanno da rendere perfette anche, perciò come potete facilmente immaginare sono sempre più a corto di idee…

Per fortuna ho incrociato sul web chi mi può aiutare quelle come me, sono tre ragazze romane Alessandra, Giovanna e Alessandra (adoro questo nome) ovvero le Partytude che come me amano far da se e sono tre vulcani di idee…

Ragazze, il vostro shop su Esty.com va già alla grande… ma come è iniziata la vostra avventura?

Partytude è: tre donne, una mamma, un sogno da realizzare, un progetto da finanziare. Partendo proprio da qui, lo shop su Etsy nasce, infatti, come primo step di un progetto più ampio a cui noi tre donne (inclusa una mamma) stiamo lavorando da poco più di un paio d’anni: Partytude, appunto, concepito mentre io (ale @alexandradesena su IG) ero in maternità e sognavo un lavoro che fosse più vicino al mondo di mio figlio e che mi permettesse di calibrare meglio la famosa bilancia lavoro-famiglia. Idea che poi ha contagiato subito le altre…

Abbiamo pensato e iniziato a mettere a disposizione piccoli strumenti utili a creare e decorare feste e piccoli eventi, ma anche alla preparazione di un pacchetto regalo o di  “party favours”.  Pian piano aggiungiamo cose nuove, in parte fatte da noi (come le ghirlande con palline di feltro, o le girandole, bunting di stoffa ecc) e in parte scelte tra quelle più carine del momento ma difficili da reperire in Italia (come i washi tape di tante fantasie diverse, i nastri adesivi di pizzo, i timbrini di varie forme e disegno o le cannucce a righe e a pois).

 

Guarda, appena sono entrata nel vostro negozio non ho più capito niente, ero come una bambina in un negozio di caramelle!!! Ho dovuto seriamente contenermi… una curiosità: cosa significa Partytude?

Il nome Partytude (così come lo slogan “Party-making is an attitude”), formato dalle parole Party e Attitude è nato quasi spontaneamente perché illustra perfettamente chi siamo e cosa ci proponiamo di fare: donne con la passione per l’organizzazione di feste ed eventi speciali che mettono a disposizione la propria creatività, il gusto, la passione e il tempo alla ricerca di articoli ed oggetti selezionati ed abbinati per aiutare chi vuole una festa con i fiocchi: dalle mamme con poco tempo a chiunque sia in cerca di una idea un po’ diversa, speciale e con un tocco di tendenza.

Le ragazze di Partytude hanno preparato un regalo di Natale per le nostre amiche/lettrici, 4 piccoli tutorial che vi sveleremo in questi giorni, perciò restate in contatto perché già domani il primo sarà on-line!!!!

Commenti

  1. Alessandra de Sena Plunkett dice:

    Grazie Ale, e’ una grande emozione vederci sul tuo bel blog! Se tutto andrà come vorremo, Partytude sarà una gran bella avventura, piena di colore, idee e collaborazioni. Noi stiamo lavorando sodo, e il tuo sostegno ci da’ tanta carica in più! Ale

    • alessandra dice:

      Ale, quando ci si diverte e si ama quello che si fa, i risultati arrivano, per forza. Mi piacete tantissimo, e non vedo l’oaca si condividere i vostri suggerimenti domani!!!!!! grazie ancora!!!
      ALe
      XXX

  2. favoloso:-)

  3. Oh finalmente anche in Italia queste splendide cincischierie da mamme blogger americane, ma tu Ale, come le scovi? Brava tu che proponi sempre delle belle novita’ e brave le ragazze Partytude!
    Le bottiglie del latte mi tentano da morire, ma ho il terrore che si rompano nel viaggio di ritorno in Israele… mo’ ci penso…

    • Alessandra de Sena Plunkett dice:

      Grazie per il complimento da parte di noi tre Partytude, Francesca! Hai colto in pieno il senso del nostro cercare di “importare” le idee e lo stile delle festicciole da “mamme blogger americane”, come dici tu, aggiungendo un tocco di italianità.
      Riguardo alle bottigliette… vorrei tranquillizzarti sul fatto che le impacchettiamo a prova di rullo compressore! ;-))

Rispondi

Privacy Policy