MATTONELLA mon amour…

Lavorare all’uncinetto (o a maglia) per me è davvero terapeutico. Devo però ammettere che alcune lavorazioni sono un po’ più complicate e necessitano una certa concentrazione, ma oggi non mi occuperò di queste, oggi farò l’elogio alla mattonella:

si la semplice ma versatile mattonella, per chi mastica l’inglese, la Granny square, il quadrato della nonna, ripetitiva come un maniaco compulsivo, lei non ti tradisce mai. Sì perché con Lei non riprendi il lavoro in mano magari dopo una giornata intensa di lavoro, accompagnamenti, compiti, spesa, preparazione cena e riassetto cucina e non ti ricordi dove sei arrivata, NO perché sei certa che dovrai fare 3 maglie alte, 1 catenella e ancora 3 maglie alte.

e ancora…

hai finito il filato? e che problema c’è? Prendi un rimasuglio e vai avanti… Poi puoi fare la qualunque: una gonna, un vestito un maglione, una borsa…

dress jumper

e ovviamente una coperta…

moi

 

tornata dal mare mi è venuta voglia di dedicarmi ad un progetto che mi desse una pronta soddisfazione così, guardando la mia nuova trasmissione preferita Pechino Express ho lavorato questa maxi  e calda coperta…

divano

questa sera dovrò litigarmela sicuramente con Kiki… buona settimana…

Rispondi

Privacy Policy